Le solite 3 magliette

E ve lo devo dire ragazzi ma soprattutto ragazze...trovare un nome a questo mio negozio di magliette mi è costata tanta ma proprio tanta fatica..nonché un ritardo considerevole nei tempi di lettura del libro da gabinetto di questa settimana intitolato: "Non dite a mia madre che faccio la segretaria" (se il nome di Riccardo schicchi non vi dice nulla prima vergognatevi poi dateci dentro di google.) Il problema è che lo volevo corto e incisivo ma anche lungo e dispersivo...ovviamente poi non doveva essere troppo poetico ma nemmeno da sagra della salsiccia di “Vergate sul Membro” (Bg)…insomma, un titolo cazzuto per conquistare i maschi e “coccolo” per sedurre le donne….E’ stata una lotta,devo ammetterlo, ma fortunatamente alla fine mi è venuta in soccorso una cosa che o ce l’hai o non ce l’hai ..dicesi intelligenza… la quale zitta zitta ha messo in moto una catena di montaggio di riflessioni finalmente CHIARE E SENSATE che mi hanno portato a trovare il migliore nome possibile e inimmaginabile per un negozio.. … ossia “L’Angolo dell’Analfabeta”….bene, questa convinzione è durata all’incirca un secondo ..con il senno di poi pure troppo…però mi ha dato il “la” per una serie di ragionamenti…alla fine sono solo magliette pensavo…le solite magliette insomma e all’improvviso, complice una leggera brezza di vento che accarezzava dolcemente il mio corpo e faceva muovere la carta igenica vicino a me, ecco il colpo di genio….cioè…quelle sono le solite magliette, io suono sempre i soliti accordi….anzi i soliti 3 accordi….ed ecco il nome: LE SOLITE 3 MAGLIETTE! …che poi nello store ce ne siano centinaia , di tutti i colori, di tutti i prezzi, con moltissimi disegni e frasi e abbia aggiungo anche un’oggettistica assolutamente trendy marchiata 4u© beh…è un altro discorso…!ahahah